Pensa differente... e quindi FALLO!!!

La prima volta che lessi di qualcuno che decideva di cambiare la propria vita, per seguirne una a proprio "uso e consumo" fu su un libro di Tiziano Terzani (Un altro giro di giostra). Li chiamava "drop outs"... quelli che saltano giù dal treno in corsa della modernità, quelli coi dubbi, quelli con dentro l'aspirazione a qualcosa di più alto delle solite mete materialistiche della società dei consumi".

 

Oddio, era veramente possibile?!?

 

Queste parole continuavano a ronzarmi in testa.

La mia vita all'epoca non mi piaceva, non aveva senso per me. 

 

Potevo farlo quindi anch'io?!?

 

Non voglio ora tediarvi con i dubbi, le paure, con i "ma non si può fare...", con i "sì, ma però come mi mantengo...", etc.

 

Alla fine, la vita mi diede un bel calcio nel didietro, obligandomi (o quasi) a questa scelta (da buon Capricorno ascendente Toro non l'avrei mai fatta!!!)

 

Quanta paura quando mi licenziai (e quanto Rescue Remedy bevvi in quel periodo)... iniziava il periodo di crisi economica, ed io volevo seguire una via alternativa!

 

Mi ricordo che in quel periodo mi continuava a capitare tra le mani un libro di Simone Perotti "Adesso Basta", come se volesse infondermi coraggio (per chi non lo conosce, è il guru italiano del movimento del downshifting). 

 

Ho sempre ascoltato i segnali  o gli incitamenti che mi manda la Vita... sono fortunata, me ne sono arrivati tanti che mi indicavano che la mia strada era giusta!

 

Inoltre avevo l'aiuto della Floriterapia.

 

Ho ancora tanta strada da fare, e non è stata facile andare contro corrente.

 

Ora sono felice... vivo la vita che volevo per me!

 

Pentimenti o rimpianti?!? Nessuno!!!

 

Ma mi rendo conto che ancora tanta, troppa gente pensa solo a sognare di fare questo salto, ma poi per enne motivi, non lo fa mai.

 

E questo mi rattrista...

Sono profondamente convinta che noi siamo qui per vivere intensamente, per divertirci in quello che facciamo... e non per soppravvivere tra il momento della nascita ed il momento di morire

 

Quindi... che fare?!?

Il primo passo è capire cosa vogliamo veramente fare, prepararci per attuarlo... e quindi buttatevi!!!

 

Parafrasando Steve Jobs...Pensate diversamente da quello che ci è stato insegnato... e poi buttatevi nel vortice della vita!

 

Buona Vita a tutte/i Voi!

 

Scrivi commento

Commenti: 0