Il Sentiero dei Tarocchi 

Un viaggio nell’Anima con il gentile aiuto degli Arcani Maggiori

 

 Perché i Tarocchi?                                   

 

Gli Arcani Maggiori  sono come un libro di immagini, e ci raccontano una storia... la Nostra Storia.

 

Si comincia un viaggio iniziatico con la carta del Matto per cominciare a conoscere se stessi, e quali siano le nostre potenzialità, fino ad arrivare al Mondo, un perfetto Mandala della nostra esistenza.

 

Ma come funzionano?

 

Jung sosteneva che noi tutti abbiamo in comune un inconscio collettivo, e questo viene arricchito  dalle nostre esperienze personali.

 

Possiamo utilizzare come esempio la rete informatica.

I nostri terminali sono il nostro inconscio individuale, il web quella collettivo, da cui noi tutti attingiamo.

Gli Archetipi quindi sono le immagini simboliche che arrivano a noi, e il loro significato ci appare ovvio e immediato.

I Simboli infatti sono come finestre aperte sull'Infinito.

Noi quindi utilizziamo gli Arcani maggiori come immagini simboliche che ci “parlano”, se impariamo a comprendere il loro linguaggio.

 

I Tarocchi si possono quindi  utilizzare come se una forma di meditazione, in cui la mente non deve assolutamente interferire.

Si deve rimanere nel Qui e Ora, e lasciare che le carte ci parlino. Questi ci invitano ad osservare dentro di noi, liberando le nostre emozioni, sogni, ma anche i nostri fantasmi.

Quindi  è l'intuizione che ci permette una lettura meditativa dei tarocchi.

 

Devono però rimanere solo un gioco, perché questo ci permette di essere privi di aspettative. E durante questo corso, ve li farò utilizzare in questo modo: interrogandoli insieme, ascolteremo la loro Voce, ma soprattutto divertendoci con loro.

Si parte dalla figura del Matto, che non ha numero, è fuori dalla serie, ma al tempo stesso apre e chiude il gioco.

Le altre 21 carte sono suddivise in tre settenari.

Il primo Settenario rappresenta il periodo iniziale della vita.

Il Secondo, ci porterà all'orientamento dall’esterno verso noi, e quindi all’azione

Ed infine il Terzo ci condurrà ad una conoscenza del nostro Io interiore, e all’evolversi della nostra consapevolezza.

 

Ma tutto questo si capirà meglio durante lo svolgersi del cammino.

 

I Tarocchi possono essere visti come pagine di un libro sacro di sole figure, dense di significati simbolici, utilizzati per fare chiarezza nella mente, o per fare emergere dal profondo le emozioni del pensiero e capire la strada da percorrere per il proprio bene.

 

Porre una domanda ai Tarocchi può quindi essere d'aiuto, sia per capire come muoversi nelle infinite possibilità che la Vita ci pone davanti, sia per riscoprire noi stessi.

 

Alla fine del corso verrà rilasciata una Bibliografia

 

Il Corso viene organizzato su richiesta anche per singole persone o piccoli gruppi, anche durante giorni infrasettimanali

 

Per informazioni:

Camilla Marinoni

camilla1317@gmail.com

cell. 347 2370959