Si può vincere la Solitudine con i Fiori di Bach?

La solitudine sta diventando sempre più un problema nella nostra società.

Addirittura in Gran Bretagna, la premier britannica Theresa May ha recentemente istituito un Ministero per la Solitudine, e  ha nominato un “sottosegretario alla solitudine” per affrontare un tema sociale e sanitario che nel Regno Unito riguarda 9 milioni di persone.

Ma in Italia come siamo messi?

 

Ho fatto una piccola ricerca su Google, è questa è la risposta:

Da noi 8,5 milioni vivono da soli, la metà concentrati al Nord. E il 12 per cento degli italiani non sa con chi confidarsi.

 

Preoccupante, vero?

 

La solitudine è una vera e propria piaga, e spesso si accompagna alla depressione.

Nel passato erano presenti reti di sostegno nella famiglia e nelle comunità. Si trovava quasi sempre qualcuno disponibile ad aiutare chi avesse bisogno di aiuto o di appoggio morale.

Ora a malapena ci si saluta con il vicino sul pianerottolo.

Sarebbe così importante fermarsi a coltivare quel po' di relazioni che nella vita si costruiscono nelle amicizie, sul lavoro, nel vicinato o con le parentele.

Ma è anche difficile ricostruire delle relazioni, se da tanto tempo non ne abbiamo.

 

Pssono darci una mani i Fiori di Bach in questo caso?

 

Nella mia ricerca di una risposta, ho ritrovato un mio vecchio articolo dimenticato del 2014, ve lo ripropongo aggiornato

Cosa vuol dire "Solitudine"?

Solitudine, Simone Tanduo
Solitudine, Simone Tanduo

Partiamo dal significato etimologico della parola

 

Esclusione da ogni rapporto di presenza o vicinanza altrui ( vivere in s.) desiderato o ricercato come motivo di pace o di raccolta intimità (cercare la s.), oppure sofferto in conseguenza di una totale mancanza d'affetti, di sostegno e di conforto ( sentire il peso della s.).

 

Solitudine è non avere nessuno con cui condividere una cosa bella che ti è successa.

Nessuno che fa il tifo per te.

 

Solitudine è passare le feste o le vacanze da sola.

Solitudine vuol dire essere trasparente in una società frenetica e indifferente che ti passa vicino senza notare il tuo dolore.

 

Chi non ha mai sofferto almeno una volta di questo triste male?

 

La Solitudine può essere a volte anche cercata, ma per la maggior parte delle volte è subita come un malessere inevitabile.

I Fiori di Bach ci possono aiutare in questo caso?

Water Violet
Water Violet

Ne ho scelti alcuni che ci potrebbero aiutare ad uscire da questa emozione

 

Mimulus, ci aiuta ad affrontare le nostre paure e a buttarci in situazioni che, diversamente, ci spaventano e temiamo di affrontare (per esempio, una festa)

 

Agrimony, ci aiuta a togliere la maschera che ci siamo create per paura di non essere accettate, e ad andare incontro il mondo

 

Heather, ci sentiamo così soli, che investiamo gli altri con le nostre parole per paura di non essere ascoltati.

 

Impatiens, siamo troppo veloci nel prendere decisioni, e non abbiamo la pazienza di aspettare che gli altri ci raggiungano, quindi alla fine rimaniamo soli. Questo Fiore ci insegna a rallentare.

 

Infine Water Violet per tutte quelle Anime Antiche che amano stare sole, ma a volte il loro riserbo si trasforma in una Torre di ghiaccio, e nessuno riesce ad avvicinarsi a loro. Il Fiore aiuta così a riportare l'equilibrio, in modo che riescano a entrare in contatto con il prossimo.

 

MA ATTENZIONE!, i Fiori possono aiutare tanto, ma non risolvono i nostri problemi come se fossero una bacchetta magica.

Dobbiamo avere veramente voglia noi di stare bene, solo così si trasformeranno in una pozione vincente.

 

Camilla Marinoni