Pulizia di Fine Anno

Mi ricordo, quando ero piccola, le feste di Capodanno le passavo dai miei nonni materni.

 

C’era una tradizione, la notte dell’ultimo dell’anno, di gettare dal balcone i piatti vecchi.

 

A pensarci adesso, mi vengono i brividi a pensare se qualcuno fosse passato sotto in quel momento. Per fortuna non si è mai fatto male nessuno, non era una via frequentata la loro.

E mia sorella ed io amavamo quella tradizione, aspettavamo quel momento con ansia, impedendoci addirittura di addormentarci.

 

Era un atto liberatorio, buttare dalla finestra, con i piatti vecchi, il vecchio anno e tutti i nostri piccoli dispiaceri di bambine.

E a dirla tutta, anche se so che era una tradizione incivile, e non lo farei più ora, mi manca.

 

Questa pulizia di fine dell’anno, però, ho deciso di mantenerla.

 

Voglio farmi trovare in ordine per il 2014, pronta ad afferrare tutte le novità in arrivo per me, belle o brutte che siano (anche quelle brutte servono, ci aiutano a crescere).

 

Pulizia nei social media da gruppi di cui non sapevo nemmeno di appartenere, o con cui non interagisco mai.

Pulizia negli armadi e soprattutto, sulla mia scrivania (reale e virtuale).

Mi piacerebbe fare pulizia anche nella mia testa, buttando via idee vecchie e schemi obsoleti ed ereditati, per fare spazio a progetti nuovi e originali, ma quello è un pochino più difficile, anche se ci sto lavorando seriamente.

 

Voi cosa volete buttare giù dalla giù dalla finestra?

Vale tutto! Cose, persone, sentimenti …

 

Camilla

 

Scrivi commento

Commenti: 0