Universo Burlone

Knite: nastro di Blue
Knite: nastro di Blue

L'Universo a volte è bizzarro nel darti consigli, e ora vi spiego il perché di questa mia originale affermazione.

 

Ieri sera ho tenuto una serata dedicata ai Tarocchi.

Ne ho quindi approffittato per chiedere la direzione che sta prendendo il mio lavoro.

Questo periodo, per me, è ben strano.

Prendo delle decisioni, organizzo, ma poi rimane un nulla di fatto.

Sto cambiando e sfoltendo tanto, dal mio sito al mio metodo di lavoro, ma all’Universo non sembra mai abbastanza.

 

Quindi ho chiesto alle partecipanti di leggere le carte per me, per capire quale direzione prendere.

(Leggere le carte da sole, su questioni importanti, è fuorviante: cambiamo il responso secondo il nostro comodo, siamo umane)

 

Il responso è stato sibillino, e non del tutto positivo.

 

Stamattina, mi sono svegliata quindi in uno stato Sweet Chestnut*.

Per chi non conosce i fiori di Bach, è quando ti sembra di essere in un labirinto, tu continui a camminare, e ti sembra di girare sempre intorno, non vedi la via di uscita, per quanto tu strada abbia percorso.

Mai provato questa sensazione?

 

L’Universo mi è venuto in soccorso.

Da quando ho riacceso il cellulare stamattina, mi sono arrivate telefonate e email che hanno dato un indirizzo diverso alla mia vita.

Una telefonata dopo l’altra, hanno dato “delle aggiustatine” al mio mio flusso di pensieri, indirizzandomi verso una direzione precisa per quanto riguarda la mia vita personale e professionale (che per me spesso coincidono).

 

In questo caso, senza prendere le gocce di Sweet Chestnut, l’Universo ha agito nel medesimo modo: mettendo dei cartelli indicatori nel labirinto che mi aiutino ad avvicinarmi sensibilmente all’uscita.

 

Come hanno detto le carte ieri, c’è ancora tanto da fare (mai fermarsi ad aspettare la manna dal cielo!), ma almeno ora ho capito verso che parte muovermi.

E, soprattutto, non farmi bloccare dalla paura di sbagliare.

Gli errori servono per imparare e aggiustare il tiro, quindi ben vengano anche loro.

 

Camilla

 

*Sweet Chestnut "Per quei momenti in cui l'angoscia è così grande da sembrare insopportabile. Quando la mente o il corpo sentono di essere arrivati al limite della sopportazione e stanno per cedere. Quando sembra che non resti altro che distruzione e annientamento da affrontare."

 

Scrivi commento

Commenti: 0