Il mio Samhain

Su FB è passato un post, con la domanda su cosa si sarebbe fatto per Samhain (la settimana della ricorrenza dei morti).

Vi voglio raccontare il mio...

 

Di solito io lo passo in solitudine, per raccogliere le idee, e salutare il nuovo ciclo che arriva.

Ma questa volta è stato un pò diverso...

 

E' iniziato con una passeggiata per i campi dietro Segrate. Amo andare a camminare lì. Non c'è quasi mai nessuno. Al massimo puoi incontrare pecore, asini o qualcuno che passeggia con il proprio cavallo.

Non pensavo a nulla, lasciavo vagare i pensieri insieme al mio micro cane.

E poi mi sono venuti in mente loro, i miei Arcani.

Mi stavano raccontando una storia.

 

Sono tornata a casa, li ho sparsi sul tavolo vicino al mio portatile, ed ho iniziato ad ascoltare la loro Voce.

 

Premetto, io non scrivo mai direttamente al portatile.

Sono all'antica: prima scrivo a mano, con la mia amata stilografica...

 

Ma questa volta, loro dettavano ed io scrivevo.

Ogni carta mi raccontava un capitolo, s'interrompevano tra di loro per narrare la propria storia, ridevano e piangevano tutte assieme. 

Ero nella loro dimensione.

Non erano più figure disegnate su un mazzo di carte, ma personaggi veri, con cui stavo vivendo un'avventura.

 

Ho scritto la parola FINE, il pomeriggio del 1 novembre.


Mi sono molto divertita... 

 

Ed ora la bozza stampata è lì, è sulla mia scrivania, che mi occhieggia.

 

Questo Samhain è stato sicuramente molto particolare...

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0