Ma cosa diavolo sono i Bars?!?

Quando qualcuno mi contatta per i trattamenti con i Bars, la sua prima domanda è “Ma cosa sono di preciso?”

 

Subito dopo, “Come mi sento poi?”

Alla prima domanda, ho già risposto, leggete il mio post precedente.

Mentre alla seconda, è più difficile rispondere.

Potrei rispondere raccontandovi cosa ho provato io (non faccio nulla ale mie clienti, se prima non l’ho sperimentato su me stessa)

Ma non sarebbe professionale...

 

Quindi ho raccolto le idee con quello che mi hanno raccontato le mie clienti.

Ogni persona trattata, reagisce in maniera differente,l’unica sensazione comune a tutte è uno stato di benessere e rilassamento totale.

Anche la persona più stressata, dopo il trattamento, stava bene, come se avesse dormito per ore, cullata da sogni bellissimi.

 

C’è poi chi ha visto colori, chi immagini rilassanti, chi addirittura è uscita dal proprio corpo, e si è vista dal di fuori. (Non per merito mio, sia ben chiaro, non suggerisco tipi di respirazione o immagini, addirittura non parlo, per non disturbare).

 

Altre persone hanno iniziato a piangere, ma lacrime liberatorie, così mi dicono poi.

 

“Ma a lungo termine, qali sono gli effetti?”

Questa è, di solito, il terzo quesito postomi.

A questo è ancora più difficile rispondere, perché sono poche le persone che mi fanno un report dopo qualche tempo.

Ma quelle che lo hanno fatto, mi hnno riferito di un’accellerazione nella loro vita, come se le energie pesanti e negative si fossero sciolte, permettendo così a loro di andare avanti più celermente.

 

Ma l’importante è, che, nel “Qui e Ora”, si sta veramente bene e si prova un un momento di rilassamento intenso. Niente è più fondamentale in quel momento, tutto passa in secondo piano, perfino i ruomori assordanti della strada.

Si ascolta solo il proprio Cuore e la propria Anima, perché si è in intima comunicazione con se stesse..

Per questo, alla fine del trattamento, invito la cliente a godersi il momento.

 

Non è poi così male tutto questo, vero?

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0