La memoria del Diamante di Herkimer

Questa mattina, mentre stavo buttando via un pò di cose in vista del trasloco, ho avuto una gradita sorpresa.

Il mio minuscolo, ma luminosissimo, Diamante di Herkimer era lì, sul tavolo dove tengo i miei ciondoli, e mi guardava sornione.

 

Era sparito qualche anno fa, durante delle maniacali pulizie. Mi era spiaciuto molto, perché era arrivato a me per caso.

Su un banchetto, avevo acquistato delle punte di quarzo ialino.

Le avevo portate da una mia amica per fargliele vedere, la mai dimenticata Anna del centro Manipura, e lei lo avevo subito notato spiccare per la sua brillantezza, tra le altre punte biterminate.

 

Non è per caso che è ricomparso...

 

Questo cristallo è considerato la pietra della "sintonia suprema".

Viene donato ad una persona in partenza, o per adattarsi ad un nuovo ambiente.

 

Per i pochi che non lo sanno ancora, mi trasferirò a settembre in un'altra casa...

Strana coincidenza, vero?!?

 

Si pensa che questo minerale possegga una memoria in grado di accumulare informazioni alle quali si può attingere in ogni momento.

 

Narra una leggenda che se due amanti, o due amici, stringono insieme due diamanti di Herkimer, e poi ciascuno ne conserva uno, queste pietre li terranno in comunicazione tra loro, indipendentemente dalla distanza che li separa, mantenendo così il loro legame*.

 

Non so se è vero... non ho mai provato... ma è bello crederci.

 

 

*Marianne Sheldrake, Guarire con i cristalli, ed. Armenia

Scrivi commento

Commenti: 0