Caccia alla Strega dei Tarocchi

Perché i tarocchi spaventano così tanto?

 

È lecito farseli leggere da una cartomante che ci racconta un potenziale futuro,  ma destabilizza quando spiego che si possono utilizzare come forma terapeutica.  Vengo vista come una strega dai poteri occulti.

Vengo vista come una strega dai poteri occulti.

Le persone mi raccontano le loro  storie attraverso gli Arcani Maggiori.

A volte non si ha il coraggio di farlo con le sole parole, e  i Tarocchi fanno da specchio alla nostra Anima, che finalmente riesce a comunicare il nostro disequilibrio.


È un metodo come un altro, ma è quello che mi aiuta maggiormente ad entrare in sintonia con la mia cliente.

È vero, potrei utilizzare il colloquio, la parola, come fanno tante mie colleghe.


Ma perché limitarsi?


Perché lavorare sempre sul conosciuto, sulla strada  percorsa da tanti altri, e non provare invece ad avventurarsi su un terreno sconosciuto?


Certo  spaventa prendere in mano la propria vita e darle noi una direzione precisa.


Sicuramente si ha paura che la nostra Anima racconti chissà quali segreti reconditi.

Tranquille, Lei racconta solo ciò che è arrivato il momento di affrontare.


o forse spaventa il metodo, è qualcosa che non si capisce, non è dimostrabile con prove scientifiche. Quindi tacciato di esoterismo e cialtroneria.


Ho spiegato innumerevoli volte che dietro questo mio metodo, ci sono anni di studio  e di ricerca.

Parole al vento. 

Ogni volta si ritorna alla base.


A volte mi viene voglia di mollare tutto, e fare veramente la cartomante. Sicuramente guadagnerei molto di più, anche se personalmente non credo in un futuro pre-confezionato.


E sicuramente non starei qui a scrivere questo post arrabbiato, ma vi racconterei che se vi arriva la carta degli Amanti, sicuramente un nuovo Amore è nel vostro nebuloso  futuro.


O forse è arrivato il momento di andare per la mia strada come il Matto dei miei Tarocchi, di rilassarmi, e non curarmi più di cosa ne pensa la gente.


 Forse questa è la strada giusta...

Camilla

Scrivi commento

Commenti: 0