Le grotte di Sale rosa, una moda del momento, o qualcosa di più?

Da quando vivo da sola, alla fine della giornata, amo accendere alcune lampade di sale.

Le mie sono ancora vecchio tipo, devi introdurre una candelina tea light per illuminarle.

 

Me le hanno regalate durante gli anni.

 Io, chissà perché, vengo ritenuta molto “figlia dei fiori”.

Ma a me va bene così.

 

Mi piace il loro colore morbido, mi ricorda il quarzo rosa, una delle mie pietre più amate/odiate (ma questo è un prossimo post).

 

Queste lampade hanno un effetto benefico su di me, mi rilassano alla fine della giornata, mi piace addormentarmi alla loro luce.

 

Ma oltre a questo, non ne sapevo molto di più su di loro.

 

Ultimamente ho scoperto che hanno aperto diversi negozi dedicati al sale rosa, di cui uno nella mia zona, Biohima.

In un primo momento, ho pensato ad una moda del momento, e l’ho liquidata così.

 

Poi, per motivi di lavoro, sono entrata e mi ha accolta un signore gentilissimo.

Mi ha fatto accomodare in un salottino dove c’è la famosa grotta.

Poiché eravamo disturbati da clienti che andavano e venivano, mi sono messa ad osservare l’ambiente mentre lo aspettavo.

 

E’ un ambiente molto rilassante, con una bella energia.

E dappertutto ci sono “pezzi” di sale rosa.

 

Per una che vive in una casa dove si trovano minerali fin sotto il letto, è fondamentale la loro energia.

 

Rimarrà celebre il mio terzo nipotino, Michelangelo, che, mentre mi stava aiutando a montare la scrivania, mi ha fatto notare che uno dei miei sassi (un quarzo rosa, per l'appunto) era finito sotto il letto.

Ed io a spiegargli che non era rotolato, ma lo avevo messo io per dormire più serenamente.

Non vi racconto il suo sguardo di compatimento verso la zia balzana!

 

Ma ritorniamo al sale rosa himalaiano.

 

Mi sono quindi domandata “Ambiente rilassante, bella energia, ma perché dovrei spendere dei soldi per farvi dentro un pisolino rigenerante?”

 

Sul loro sito tutto questo è spiegato molto bene, ma io sono come san Tommaso, e ho voluto fare una ricerca al di fuori del loro sito.

 

Ho inserito la mia richiesta su Google: pagine e pagine sui suoi benefici

Ho fatto anche il contrario.

Effetti negativi: Nessuno!

 

E internet, si sa, è maligno.

Non perdona niente a nessuno.

 

Ho cercato quindi di capire quale sia la differenza tra il sale normale ed il sale rosa, e ho scoperto che quest’ultimo è un sale fossile, quindi  meno “inquinato”, e poi è ricco di minerali, che rendono così particolare il suo colore.

 

Ora non mi resta di provare la Grotta, prima o poi.

Poi vi farò sapere.

 

Oppure voi la avete già provata?

Raccontatemi, sono curiosa di conoscere la vostra esperienza.

 

Camilla

Scrivi commento

Commenti: 0