Praga: una piacevole sorpresa!

Per chi mi segue anche su Facebook, forse avrà la nausea di quanto sto parlando di Praga.

 

Ma tant'é...

 

Voglio condividere una mia riflessione con voi, miei dodici lettori (come direbbe il Manzoni).

 

Non voglio raccontarvi della città, è una delle più visitate e conosciute.

 

Ma di quello che mi ha colpito maggiormente: lo spirito leggero che aleggia tra le vie.

Prima impressione: è una città pulitissima, non un pezzo di carta per terra, rarissime le scritte sulle mura.

Tanti cestini dell'immondizia sparsi per le vie, e corredati da sacchetti per le feci dei cani! 

 

A Milano, quando ne trovi uno, ti ritieni fortunata! (come coinquilina di un micro cane, è un problema che sento particoarmente)

 

E' una città verde, dove ti giri ci sono parchi, dove sdraiarti, leggere, fare Tai Chi, etc. 

 

Ed ogni praghese, o quasi, sembra avere un cane.

Ma gli amici pelosi non sono solamente tollerati come da noi, ma fanno parte integrante della loro vita quotidiana.

 

Non esiste locale dove non possano entrare.

Girano tranquillamente la città e sui mezzi, spesso senza guinzaglio... e nessuno si lamenta!

 

Ed ora arrivamo alle persone... sono gentili.

Semre disponibili per un informazione... sempre col sorriso stampato sul viso.

 

Piccolo aneddoto.

La mia amica ed io siamo arrivate a Praga di sera tardi. 

Non avevamo ancora mangiato, ed abbiamo cercato un locale. L'unico ancora aperto era un postaccio... apparentemente.

 

Ci hanno servito una specie di tomino farcito di aglio e cipolla ed una birra piccola.

Prima domanda che mi rivolgono... "English?" (me la rivolgono anche in Italia, ho fatto l'abitudine... ed ogni tanto ci marcio)

"No, Italian"

Felici, ci fanno vedere la bandiera del Milan (la mia amica, interista sfegatata, non era particolarmente contenta).

Ed inizia una conversazione metà in italiano, lingua universale, e un inglese stentato (il mio).

Finito di mangiare, ci chiedono se vogliamo altro.

"No, thanks"... il barista ci guarda strano, e ritorna con due medie di ice beer... gratis!

Avrebbero continuato con la vodka, ma non era il caso...

 

Questo è stato l'inizio del nostro viaggio a Praga!

 

Per finire... ho capito che questa gente, a differenza di noi italiani, si diverte con quello che ha, senza ricercare quello che non possono avere al momento.

Mi ricordano i loro burattini... semplici pezzi di legno, ma che mettono gioia solo a guardarli... e voglia di giocare con loro!

 

Potrei andare avanti ancora per molto... ma non vi voglio annoiare... alla prossima!

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    u=196 (martedì, 30 aprile 2013 23:15)

    This informative article was in fact just what I was searching for!